Crea sito

Archive for agosto, 2013

Ricetta: Il Ciareghì (Uova) del Drago™

130822_130036

Oh giovani scapoli del mondo, oh single rammaricati, oh giovani mariti abbandonati dalle mogli che si sono prese una giornata di shopping fraudolento, abbandonandovi al vostro triste destino… Udite Udite! Giubilo e Felicitate! Ecco a voi la ricetta celeberrima che allieterà la vostra stirpe per immemore tempo, e vi consentirà di sopravvivere noncuranti del destino avverso!

Signore ma soprattutto Signori, ecco a voi la Leggendaria ricetta de’:

Il Ciareghì del Drago !

Ingredienti (per uomini):

  1. Tre uova grosse!
  2. Una scaglia di burro grande 2 dita!
  3. 5/6 fette di salame piccante!
  4. Del formaggio a fette a scelta tra Sottiletta, Emmental oppure dell’Asiago a cubetti!
  5. Opzionale: del verze tagliato a fettine e lavato, circa una manciata piena.
  6. Ingrediente Speciale: Purea di Peperoncino (vedi foto) che non dovrebbe mai mancare nel vostro Frigo!!!

salsa-peperoncino_1

Come potete osservare gli ingredienti sono finalmente comprensibili anche al pubblico maschile meno accorto. Snobbiamo con gran classe i milligrammi precisi precisi di noti chef da TV, i loro “cucchiaini raso”, i loro termini come mantecare, ribollire e spennellare.

Qui si va al sodo! Qui si parla di vera cucina primordiale! E allora.. Seguitemi!

Prendete una padella larga almeno una mano aperta,  e mettete sul fuoco. Occorrerà poi anche il coperchio

Lanciate il burro e aspettate che si sciolga… il burro vi permetterà di ritirare il Ciareghì del Drago ™ senza che questo villano si appiccichi sul fondo. Vi conviene quindi spalmarlo tutto intorno alla padella ma attenzione a non rigare il fondo con la forchetta, altrimenti immani catastrofi si abbatteranno su di voi al rientro della consorte!

Per chi ce l’ha, e’ già il momento dell’ingrediente opzionale: distribuite il verze in cerchio sul bordo della padella lasciando un buco in mezzo. Il Ciareghì del Drago ™ si propone infatti di ricreare tutto l’effetto di un Vero Nido del Drago!

Ora prendete le 3 uova, apritele e se possibile non rompete il tuorlo. Calatele sul burro fuso al centro della padella.

Agilmente , aprite il vostro barattolo di purea di peperoncino, assaggiatelo, e versatene un cucchiaino (scegliete voi quanto) accanto ai tuorli. Quindi tre cucchiaini.

Depositate ora le fette di salame piccante in modo che coprano la purea e parzialmente anche i tuorli… ci siamo quasi…

Con beffarda e meschina sagacia, depositate le grandi fette bianche di formaggio sopra ai tuorli, in modo che nascondano il contenuto esplosivo alla meglio. Se avete i cubetti, posizionateli sopra le fette di salame piccante.
Il fuoco del Drago si sentirà senza esserne coscienti!

Coprite con il coperchio.

Cuocete un po’. Quanto un po’?..non lo so’, dipende da quanto è alta la fiamma, diciamo 4 o 5 minuti… mi raccomando non fate la frittata, il Ciareghì del Drago ™ si scioglie sul piatto, non è una frittata!

Dopo tale periodo spegnete la fiamma (fondamentale) e adagiate il Ciareghì del Drago ™ che scivolerà felicemente sul vostro piatto. Munitevi di pane o bruschette e dateci dentro!

Anche questa volta la sopravvivenza dell’homo sapiens sapiens è preservata!

E mi raccomando, “condividete” il Verbo! Non sappiamo quanti…. là fuori… tentano ancora di sopravvivere!

_Lord Hol Napult_

PortableApps.com

Tra le innovazioni più importanti del panorama tecnologico mondiale c’è l’incredibile capacità delle chiavette USB, ormai piccole e pratiche banche dati che possono seguirvi ovunque.

Lo spazio non è nulla comunque se con voi non portate anche il migliore software che avete, o almeno il più indispensabile. Pensate ad esempio ad una vacanza dove vi basta un internet point per accedere alle vostre informazioni, email, pagine web, o semplicemente dove volete utilizzare gli stessi strumenti a cui siete abituati, e magari, nella lingua in cui siete abituati…
portableapps_usbTra tutti i metodi che potreste escogitare per ottenere questi obiettivi, vi suggerisco questo, molto pratico, freeware, performante, costantemente manutenuto e persino divertente da usare.
Ecco quindi approdare in modo energico l’applicazione www.portableapp.com !!! 😀

Le “Portable Apps” sono programmi che possono essere trasportati ed utilizzati su una chiavetta, senza avere la necessità di essere installati in quanto al loro interno si basano su librerie e file non condivisi nelle cartelle di windows.
Questo significa inoltre che, una volta cancellata la cartella del programma, non c’è altro da fare: Software Rimosso!
Se avete installato un programma Microsoft, capite perfettamente a cosa mi riferisco (ore di installazione, registri appesantiti, riavvii di sistema, ecc ecc)

Le “PA” inoltre vengono arricchite costantemente da un panorama mondiale di programmatori, attraverso il meccanismo della condivisione di software libero denominato OpenSource. Questo significa non solo che vengono gestiti numerosi software, ma anche che nuovi interessanti progetti nascono e crescono ogni giorno, fino al punto in cui divengono interessantissime applicazioni professionali pur rimanendo gratuite.

Nello spirito OpenSource il Progresso è garantire il libero accesso a chiunque!

Ora vi darò le istruzioni basilari per creare una bellissima chiavetta di software Portabile. Quando avremo finito, avrete a disposizione un tool che non abbandonerete molto presto, ve lo assicuro… 😉

Il primo passo

  • Procuratevi una chiavetta USB (il più capiente possibile, ma anche 2Gb vanno benone).
    Se ancora non l’avete, cercate almeno una Secure Digital (SD).
    Se non avete nemmeno quella, createvi per ora una cartella nel vostro Hard Disk. Quando comprerete una chiavette non dovrete fare altro che copiare tutto il contenuto e il gioco sarà fatto.

  • Recatevi a questo sito e scaricate l’installer: http://portableapps.com/

  • Istallatelo in una cartella. In realtà dovrebbe trattarsi solo di uno scompattamento, in quanto stiamo parlando dell’applicazione portabile numero 1.

  • Una volta ottenuta l’applicazione sulla vostra usbpen (o cartella) lanciate l’eseguibile (start.exe) e si caricherà l’interfaccia._features_-_organize_small

Perfetto. Se avete correttamente eseguito tutti i passi avete appena aperto le porte per una delle più funzionali e rivoluzionarie applicazioni del momento, oltre che essere parte di una comunità di milioni di utenti…

I seguenti Passi

  • Ora non dovete fare altro che installare applicazioni su applicazioni. Installiamone una insieme:

  • cliccate sull’icona della portable apps per aprire il pannello mostrato sopra.

  • Cercate la voce Applicazioni->Scarica Altre Applicazioni->Per Categoria.

  • Se avete fatto come vi ho detto (e siete collegeti in Internet) si aprirà una bella lista di applicazioni che potrete installare. Per selezionarle (attualmente) dovete premere il tasto CTRL mentre cliccate le applicazioni desiderate dalla lista.

  • _features_-_app_directory_small
  • Alla fine della selezione Multipla premente AVANTI e partirà il download.

  • Al termine, le applicazioni che avete selezionate saranno disponibili nella vostra interfaccia!!

I consigli del LORD

Se posso darvi un consiglio, le applicazioni che possedete sulla vostra chiavetta e che avete installato dalla comoda interfaccia non sono le uniche applicazioni “portable”, vanno bene infatti anche tutte le applicazioni che possedete sul vostro hard disk e che , sperimentando, funzionano anche senza essere lanciate dal vostro PC. Vale la pena di provare questo giochetto con le più utili che avete, anche se non sempre funzionerà.
Se possedete ad esempio applicazioni commerciali potete fare il travaso senza problemi.
Ecco come fare:

  • Aprite la gestione risorse e accedete alla vostra cartella dove c’e’ “start.exe”.

  • Entrate a questo punto nella cartella “PortableApps”

  • Create una cartella e copiate il contenuto del vostro software commerciale portabile. Nota: il vostro software deve contenere almeno un file “.exe”.

  • Ora aprite il vostro Pannello PA e cliccate: Applicazioni->Ricarica Icone

  • Al termine, comparirà una cartella chiamata “ALTRO” con l’eseguibile della vostra applicazione commerciale.

  • Fate Tasto destro del Mouse e collocatelo nella CATEGORIA corretta (tra quelle disponibli possibilmente..)

  • Ora provate su un altro PC se quell’applicazione funziona. In caso affermativo avete appena trovato un’altra applicazione portabile, con l’unico svantaggio che non è soggetta all’aggiornamento automatico delle “vere” applicazioni portable.

Ecco a voi per concludere l’articolo, la lista delle mie applicazioni preferite.
Voi avrete le vostre ma vi consiglio di darci un’occhiata comunque!

Questo è sicuramente un solo frangente dell’infinita e lungimirante applicazione che avete appena installato. A voi scoprire tutto il resto!

Buon Divertimento Portabile!

_Lord Hol Napult_

La Lingua dei Leccaculo

labbra-nutella

Il mestiere del leccaculo è sempre stato degno di nota oltre che arduo e faticoso e.. per così dire, artigianale. Da che mondo e mondo, è un mestiere che fa gola a molti, e ogni tanto ognuno di noi vorrebbe passare al LATO OSCURO della forza, sperando che l’orifizio destinato non sia in procinto di altri sFORZI.

Quando si intrattiene una vita che ha a che fare con la società in generale, o che comunque presenta legami di tipo tendenzialmente gerarchico e un poco schiavistico, ecco sbocciare come fiori in un campo di letame (e quindi molti fiori) le cosiddette figure leggendarie: i Leccaculo.
Ora definiremo per semplicità il Leccaculo come LCC.

Il contesto è vario; questa fauna agisce soprattutto in prossimità di luoghi verticistici dove la media dei presenti ha una cultura specifica ed avanzata del problema, mentra un’altra parte arranca nel comprendere anche i concetti più semplici. Si crea quindi un divario tra chi conosce e si da da fare, e chi invece si atteggia in giacche lussuose e complimenti vivaci, prima dell’occasione propizia che tanto attende…

Leccare il culo non significa solo venerare una persona che ci può far accedere a graditi BONUS e AGEVOLAZIONI economiche… significa anche predisporsi al sacrifiZIO, orientarsi all’ombrosità, trattenere per ore, giorni, mesi e addirittura ANNI.. il fiato, tentando di oliare e inumidire con cadenzate pennellate una zona che solitamente ha aromi, diciamocelo, non del tutto piacevoli.

Obiettivamente però, bisogna conoscere il rischio del mestiere: quando si lecca il culo è di vitale importanza applicare anche teorie parallele. Non è sufficiente per accrescere la propria posizione venerare una persona, bisogna anche DISTINGUERSI.
Per ottenere questo risultato va sparata “merda” addosso a tutti gli altri possibili “competitors”, incolpandoli.. (in separata e intima sede col capo e lontano da indiscrete orecchie) anche di cose che magari sono state causate da noi. E necessario! E inevitabile! Bisogna scaricare colpe su tutti e nel mentre pavoneggiarsi di come si ha risolto brillantemente un problema… scaricare scaricare scaricare e mostrare sè stessi come unica e provvidenziale via di uscita.
Questo è il Karma dei professionisti LCC!

Ed è qui che si nota subito la differenza tra il leccaculo novello, individuabile a distanza per cadenza della voce mielosa e prostrazione fin troppo gratuita in momenti di inutile calma, e il leccaculo professionista, verace e accorto, che sa ponderare con oCULATEZZA il momento giusto, e tiene sempre della vaselina e un umidificatore prima di approcciarsi all’atto imparentato in malomodo al CUNNILINGUS ed alla FELLATIO.

imagesInoltre parliamoci chiaro: quel luogo lì, salvo controindicazioni, è luogo di “output“, non certo di “input” (per parafrasare termini informatici). Andare controsenso è quindi atto deliberatamente rischioso, e potrebbe far accadere inaspettate sorprese, ma il “rischio giustifica i mezzi”! E allora avanti tutta!!

Insomma, tutto ciò altro non è che un ARTE; Questa consente di scavalcare colleghi e “antagonisti” lavorando in modo alternativo. Se anche tu sei o vuoi aspirare alle vette di questa vocazione,se brami questo gusto del SALATO SEMI-GOMMOSO, se anche tu insomma vuoi farcela, assicurati sempre prima di ogni atto deretaniale, che il soggetto dei tuoi desideri abbia sia ciò che cerchi e soprattutto una digestione stabile… questi sono gli unici requisiti minimi ma FONDAMENTALI.

Purtroppo però la vita non và sempre nel modo giusto, e capita a volte di andare a sbattere in orifizi di persone che ti illudono profumatamente, ma solo per approfittare dell’umida e fresca pulsazione della tua lingua nel loro deretano, improvvisando la parte fintanto che gli riesce.
Ciò che rimarrà sarà solo parzialmente profumato…

tunnel

E del resto il felice leccaculo, preso com’è dalla sua attività prosaica, deve continuare e continuare e continuare fino a che l’indigestione non sopraggiunga, cosi come la famigerata “puzza sotto il naso” (ma questa è un’altra storia).

Aimhè, la vita è proprio triste: uno cerca la luce in fondo al tunnel e guarda invece cosa ci trova! Prrrrrr-Flok!

 

Riportiamo ora una poesia di un poeta contemporaneo. C’e’ sempre tempo per redimersi!

Amico Fellone by RM

 

_Lord Hol Napult_

Translate »